logo-cinegusti

8.5

8.0

DEADPOOL

Direttore

Tim Miller

Stars

Scrittore

Produttore

Durata

1h 48min

Deals
Anno di produzione

2016

Wade Wilson è un ex membro delle Forze Speciali diventato mercenario. Dopo un esperimento non autorizzato che gli conferisce il potere di guarigione veloce, l'uomo adotta il proprio alter ego Deadpool. Dotato di nuove capacità e di un macabro senso dell'umorismo, l'antieroe inizia la caccia all'uomo che ha quasi distrutto la sua vita.

Dunque è sabato. Avete voglia di una trama romantica? Azione? Eroismo da 4 soldi? Leggerezza?
C’è un film che in un colpo solo vi offre tutto questo.

Deadpool non è il classico supereroe. Deadpool è un personaggio totalmente sopra le righe. Deadpool è Deadpool.
La storia di Wade Wilson inizia quando l’amore lo coglie e la sola cosa che vuole è viverlo. Vanessa è la responsabile di tutto questo, bellissima e folle quanto il nostro protagonista. Wade, purtroppo, scopre di avere “el cancer” in fase terminale e la sua esistenza cambia radicalmente. Il giovane mercenario non vuole lasciare Vanessa e pur di non morire si sottopone ad un trattamento che fa emergere il suo fattore mutante, fattore identico a quello di Wolverine.
Ma qualcosa non va per il verso giusto e così inizia la storia del supereroe in rosso. 


Deadpool è un gran bel film. Sporco, scorretto e travolgente. Tutta la pellicola gioca sulla tensione che parte a razzo dai titoli di testa fino alle scene dopo i titoli di coda. Il film si regge su tre pilastri: la consapevolezza del protagonista di essere in un film, la follia consapevole che governa la mente del mercenario e ovviamente tante, ma proprio tante parole e parolacce. Chi guarda il film ne rimane immediatamente folgorato e, i più attenti, potranno cogliere tante citazioni e rimandi a film, libri e fumetti.
È difficile scrivere una recensione come questa perché il rischio di volervi raccontare tutto è tanta. Lasciatemi dire che la Fox si è ripresa dopo il pessimo F4.

Gusto: piacerà a tutti, come la Nutella.

Frase cult: non è determinabile. L’80% dei dialoghi sono destinati a diventare dei classici.

Scena cult: la celebrazione delle festività di Wade e Vanessa.

Bill

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sorry, no post found.

8.5

Great