logo-cinegusti

9

8,0

Blade Runner 2049

Direttore

Denis Villeneuve

Stars

Ryan Gosling, Harrison Ford, Ana De Armas, Jared Leto

Scrittore

Hampton Fancher, Michael Green

Produttore

Bud Yorkin, Cynthia Sikes, Ridley Scott

Durata

2h 44min

Deals
EUR10,58
Anno di produzione

2017

Un agente della polizia di Los Angeles scopre un segreto sepolto da tempo che potrebbe far precipitare nel caos quello che è rimasto della società. La sua scoperta lo spinge verso la ricerca di Rick Deckard, sparito nel nulla 30 anni prima.

Los Angeles, 2049. Il Blade Runner avanzato Kappa, continua il suo lavoro di caccia dei replicanti. Ma una scoperta sconvolgente lo spinge a cercare, in un passato che torna, la soluzione per un mistero che può cambiare l’assetto del mondo.

Per volontà del regista non è possibile parlare della trama del film, non tanto per il rischio (comunque alto) di spoiler, quanto per permettere allo spettatore di immergersi nel mondo fantastico creato dall’artista Villeneuve, con quel senso di estraniazione proprio di chi non ha idea di ciò che stia per succedere.

Non era semplice avvicinare il film che 35 anni fa ha riscritto regole e stile della fantascienza. Il regista canadese lo affronta di petto, relegando l’omaggio in secondo piano e puntando piuttosto all’amplificazione del non-luogo creato da Ridley Scott. Los Angeles è sempre più bagnata, tutta la California è coperta da una cappa di nebbia che sfuma orizzonte e cieli, e crea un mondo senza confini. I nuovi spazi, San Diego, Las Vegas (uno dei passaggi più belli del film): è una continua scoperta di immagini che stupiscono e meravigliano, nel senso più pure dei termini. C’è l’epicità western di terre desolate, e l’introspezione umana (di un androide), che annusa ciò che gli capita a tiro per entrare in empatia con un mondo che non è il suo.

C’è l’operazione nostalgica e di consegna alle nuove generazioni, che già aveva guidato il restyling di Star Wars, ma a differenza del mondo di Lucas, Villeneuve e Scott (produttore esecutivo) hanno creato un’opera nuova, che respira e gode di vita propria. Ed è un’opera non perfetta (più di qualche calo durante i 163 minuti), ma comunque meravigliosa, bellissima, struggente. Il sonoro ammicca all’originale di Vangelis, ma percorre una sua strada eccellente, e la fotografia, la fotografia! di Roger Deakins verrà ricordata nei manuali di Cinema, come uno dei lavori più belli e possenti mai visto su schermo.

GUSTO:

Bisogna dirlo? Per gli amanti della fantascienza pura. E di un Cinema che nella sua più assoluta finzione sembra più artigianale che mai.

SCENA CULT:

Il sesso a tre (no, niente di quello che state pensando…) sincronizzato.

FRASE CULT:

“Morire per una giusta causa e’ la cosa più umana che possiamo fare”.

-Pi-

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sorry, no post found.

9

Amazing