logo-cinegusti

7

6,6

Don Jon

Direttore

Joseph Gordon-Levitt

Stars

Scrittore

Produttore

Durata

1h 30min

Deals
Anno di produzione

2013

L'impenitente donnaiolo italoamericano Jon è un barista del New Jersey e un consumatore compulsivo di pornografia. Si fidanza con la bellissima Barbara ma fatica a cambiare le abitudini.

Si tratta di una commedia coinvolgente e dinamica. Il protagonista ha una vita standard ma piacevole (stessi luoghi, stesse persone, stessi eccessi). E’un pornomane e che divora pagine e pagine hot sul web ma questo è solo uno dei “peccati” che hanno l’effetto di distorcere la verità. Le donne, ad esempio, ne commettono altri ma il risultato è lo stesso. Il centro del film è esattamente questa provocazione: la perdita di stabilità delle relazioni uomo-donna in un mondo a metà strada tra il reale e l’analogico.
J.Gordon-Levitt sta crescendo velocemente, ormai è un ometto e ha deciso di passare dietro la cinepresa. Parte a cannone il piccoletto, autoproducendo e raccontando una storia con enormi significati secondi. Ci riesce, ma solo in parte. Non si tratta di un film sulla pornografia ma è una critica degli stereotipi amorosi di oggi. Don Jon diverte molto e alcune volte fa anche riflettere ma Gordon-Levitt deve impegnarsi di più: il finale è molto al di sotto delle aspettative dell’intero film. Di contro, è da notare l’ottima triangolazione (riuscitissima) Levitt-Johansson-Moore e un ritmo sempre sostenuto. Da vedere.

GUSTO:

Ideale per chi vuole riflettere sulla triade amore-sesso-dipendenza a partire da una commedia spassosissima.

SCENA CULT:

La confessione.

FRASE CULT:

“Ci sono poche cose nella vita che mi interessano veramente: il mio corpo, la mia tana, il mio bolide, la mia famiglia, la mia Chiesa, le mie ragazze… e il mio porno!”

 

– Ulysses Everett McGill –

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sorry, no post found.

7

Good