logo-cinegusti

6

6,8

Hitchcock

Direttore

Sacha Gervasi

Stars

Anthony Hopkins, Helen Mirren, Scarlett Johansson

Scrittore

John J. McLaughlin (sceneggiatura), Stephen Rebello (libro)

Produttore

Durata

1h 38min

Deals
eur 9,36
Anno di produzione

2012

Hitchcock sul set di 'Psycho', tra lotte contro la censura, lampi di genio, momenti di sconforto e l'intenso rapporto con la moglie.

Finalmente il tanto atteso biopic sul maestro della suspense! Il grande Cinema si occupa di colui che ne ha scritto una pagina a dir poco memorabile, interpretato da un’istrionico Antony Hopkins e cesellato da una magnifica interpretazione di Helen Mirren nei panni di Alma, sua moglie. Il protagonista è fotografato al culmine della sua carriera, quando cioè accende la macchina da presa per girare il capolavoro, Psycho (che in Italia misteriosamente diventerà Psyco).

Il profilo di Hitch (non aggiungete Cock, il maestro potrebbe non gradire!) si offre a molteplici interpretazioni. Senz’altro sarà gradito da chi conosce poco la vita del protagonista offrendo un affresco piuttosto completo di molte chicche (il genio incompreso, il parto tormentato di Psyco, il suo carattere acidulo e infantile tipicamente british, la proverbiale incompatibilità con la critica e la censura e ovviamente il rapporto distorto con cibo, alcol e bionde). Per chi esige di più dall’omaggio che il Cinema gli fa, rimarrà a bocca asciutta.

Hopkins si misura con un grande, forse il più grande, eppure nonostante la sua brillantezza non riesce a travalicare i limiti della caricatura, ne risulta così un feticcio, un’imitazione spesso baggiana, una maschera (il protagonista è perennemente vestito in abito classico, ha sempre lo stesso tono impostato, il suo volto si confonde con la sua smorfia…).

Anche la sceneggiatura lascia molto a desiderare. Sottolinea discretamente il carattere del regista di Psyco, la sua genialità maniacale, la relazione complicata con sua moglie, citando molte pellicole del maestro, ma non scende mai a fondo nella sua umanità. Pochi colpi di scena e molta didascalia (Sacha Gervasi, il regista del film, non a caso è noto più per i suoi documentari che per i film).

All’ingresso dei Gainsborough pictures studios di Londra è presente un’enorme volto di Hitchcock che ricorda inconfondibilmente il Buddha, eppure di questo “mostro sacro” la pellicola ne offre un immagine molto approssimativa, una piacevole prima lezione, tutto qui.
Ma dal futuro ci aspettiamo qualcosa di più.

GUSTO: Per chi vuole scoprire di più della controversa personalità di Hitchcock.

SCENA CULT:

Tutte le scene in cui Hitchcock dirige Psyco.

FRASE CULT:

“La Fox vuole Il diario di Anna Frank ma il pubblico aspetterebbe per tutto il film che Miss Frank trovi il cadavere che ho nascosto nell’attico”.

 

– Ulysses Everett McGill –

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sorry, no post found.

6

Okay