logo-cinegusti

9

8,6

La città incantata

Direttore

Hayao Miyazaki

Stars

Scrittore

Produttore

Durata

Deals
Anno di produzione

2001

Chihiro viaggia su una macchina con i genitori, annoiata ed arrabbiata con loro perché stanno traslocando. Il viaggio si ferma davanti ad un tunnel che conduce a quello che sembra un vecchio parco giochi. Mentre i genitori si fermano a mangiare, Chihiro esplora impaurita i dintorni, per scoprire al tramonto, che quelle costruzioni sono in realtà delle terme, dove gli spiriti vanno a rilassarsi. Quando vede che i genitori sono stati trasformati in maiali dalla strega Yubaba, si fa assumere da lei per trovare il modo di salvarli. Con il nome rubato da Yubaba e per la prima volta davanti ad un impegno adulto, la bambina saprà assumersi le proprie responsabilità, e con l'aiuto del misterioso Haku e degli altri lavoratori, riuscirà a vincere le sue paure, per tornare alla vita di prima.

“La sparizione spiritata di Sen e Chihiro”. Suona più o meno così il titolo originale de “La città incantata”, vertice della produzione animata del regista giapponese Hayao Miyazaki e del suo Studio Ghibli.

Il maestro giapponese esplora l’universo simbolico delle religioni animiste dove tutto, dal ravanello al cattivo odore, ha uno spirito. Crea un universo di personaggi che toccano il cuore, dove il buono non è mai solo buono ed il cattivo non è mai solo cattivo. Racconta la parabola di crescita di ogni bambino che sfugge le proprie responsabilità, ma che messo davanti al bisogno sa invertire il ruolo di genitori-fanciulli, e per loro e con loro sa tornare sulla giusta via.

Questo film d’animazione (non chiamatelo cartone animato!) ha consacrato definitivamente nel mondo l’arte del padre di Conan e di Totoro, conquistando le platee di ogni latitudine, l’Orso d’oro a Berlino nel 2002, e l’Oscar nel 2003 per il miglior film d’animazione.

GUSTO:

Da bambini a grandi, per chi sa sognare e perdersi in un film.

FRASE CULT:

Lin: “Cosa sta succedendo qui?” – Kamagi: “Qualcosa che non riconosceresti facilmente, è l’amore”.

Pi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sorry, no post found.

9

Amazing