logo-cinegusti

6.5

8,1

Rush

Direttore

Ron Haward

Stars

Daniel, BruhlChris Hamsworth,

Scrittore

Produttore

Durata

2h 3min

Deals
eur 9,99
Anno di produzione

2013

L'austriaco Niki Lauda e l'inglese James Hunt s'incontrano per la prima volta sui circuiti di Formula 3. Uno è metodico, razionale, non particolarmente simpatico; l'altro è un donnaiolo che si gode la vita e corre come se non ci fosse un domani. La loro rivalità diventa storica e segna una stagione incredibile dell'automobilismo, fatta di drammi indelebili e miracolose riprese.

Le piste di F1 degli anni ’70 hanno visto giganteggiare due campioni che si alternavano spesso il primo posto sul podio, Niki Lauda e James Hunt. Ron Howard, ex roscetto di Happy Days, firma la regia di quello che dovrebbe essere l’intronizzazione di due miti intramontati.

Il film è lungo, due ore suonate, interamente caratterizzato da una certa velocità, “rush” appunto, ma non si tratta unicamente della vera protagonista; stiamo parlando di retroscena della vita e del rapporto dei due rivali alternati a gare mozzafiato, un montaggio nervoso, frettoloso, che non lascia gustare il racconto. Anche i protagonisti vengono dipinti con una certa superficialità, risultano caricaturali e anche poco aderenti al reale. Pare che tra i due ci fosse una profonda amicizia e un sano agonismo e non l’infantile conflitto, spesso patetico, che ci vuole raccontare il regista. Così il “Freddo” calcolatore Lauda e il gaudente Hunt diventano rispettivamente una specie di boyscout a quattro ruote (che non risparmia svenevoli raccomandazioni da codice della strada) e uno smanioso del sesso che si sbatte a ripetizione qualsiasi essere pluricellulare appartenente al genere femminile.


Fortunatamente nella seconda metà, dopo l’incidente del ’76 di Lauda, la sceneggiatura lascia più ossigeno alla bravura dei due protagonisti. Il climax, questa volta ordinato, quasi commuove con un finale che conosciamo tutti ma che si fa attendere con piacere.

GUSTO:

Per gli amanti dei film ad alta velocità! Scene credibili a 300 km/h e retroscena mozzafiato della F1 e dei relativi eroi.

SCENA CULT:

Tutte le gare, soprattutto quella maledetta di Nürburgring in cui Niki Lauda perse il volto e per poco la vita.

FRASE CULT:

“Per guidare non ti serve la faccia, ti basta il piede destro”

– Ulysses Everett McGill –

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sorry, no post found.

6.5

Okay