logo-cinegusti

10

8,0

Sentieri Selvaggi

Direttore

John Ford

Stars

John Wayne, Jeffrey Hunter, Vera Miles

Scrittore

Alan Le May

Produttore

Durata

1h 59min

Deals
EUR 8,19
Anno di produzione

1956

Un veterano confederato e il suo compagno mezzo Cherokee si imbarcano in un lungo viaggio alla ricerca di una bambina rapita.

Se sei in cerca di un buon western perché non vedere il migliore?
Parlare di Sentieri Selvaggi significa parlare della storia del cinema al punto tale che verrebbe voglia di vederlo in un museo. Non si tratta solo del capolavoro di John Ford o della medaglia più lustrata sul petto villoso del suo attore feticcio, John Wayne, questo film è il punto di convergenza di tante eccellenze.

Partiamo dal fatto che stiamo parlando di una pellicola principe nel mondo delle citazioni; Leone, Tarantino, George Lucas, tanto per citarne alcuni, hanno rubato qua e lè dal forziere di Ford reliquie di bellezza.

Aneddoti, backstage, curiosità, piccole manie che circolano sulla produzione del film ne fanno un gioiello imperdibile. La durata stessa, quasi due ore suonate, non si avverte nemmeno, la sceneggiatura è incalzante e avvincente, non stanca mai.

Come in una suggestiva rivisitazione dell’Odissea di Omero, l’eroe esce di casa, là fuori dove si snodano appunto pericolosi sentieri selvaggi e a casa torna a chiudere la pellicola in una circolarità mitica che sa di capolavoro.

Il film stesso deve essere visto più volte per approfondirne il messaggio, tutt’altro che superficiale; la stessa relazione tra Ethan (Wayne) e Martha è volutamente nascosta da un montaggio magico e sognatore. Per intero, questo film non parla quindi soltanto di due uomini alla ricerca della povera Debbie rapita dai Comanche, con le sue inquadrature mitiche, le sue scorribande con gli indiani, con la smorfia truce e paterna di John Wayne immerso nell’eden della Monument Valley questo film è la consacrazione del cinema stesso, Hollywood racconta Hollywood.


GUSTO: Per chi vuole assaporare il gusto caratteristico del più genuino western americano magistralmente interpretato dal miglior cowboy del cinema che la storia conosca.


FRASE CULT: Martin: “Vorrei che moriste!” Ethan: “Un giorno succederà”

SCENA CULT: Le scorribande con gli indiani nel deserto del Canyon.


– Ulysses Everett McGill –

 

CHICCA: Questa foto è forse l’inquadratura più famosa della storia del Cinema.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sorry, no post found.

10

Masterpiece

  • Steven Spielberg, Martin Scorsese, George Lucas, Jean-Luc Godard, John Milius e Paul Schrader hanno confessato di essere stati sempre molto condizionati da questo film.