logo-cinegusti

7.5

7.2

TIMBUKTU

Direttore

Abderrahmane Sissako

Genere

Drama , Per Scuotersi

Stars

Ibrahim Ahmed, Abel Jafri, Toulou Kiki

Scrittore

Produttore

Durata

1h 37min

Deals
Anno di produzione

2014

Un regime islamico si instaura nell'antica città di Timbuktu, mentre un pastore, Kidane, osserva dall'esterno cosa accade. Un tragico incidente pone la sua pacifica realtà a contatto con la violenza cieca.
Siamo aTimbuktu, città sub-sahariana occupata dai fondamentalisti islamici jihadisti che con la politica del terrore impongono giorno dopo giorno divieti su divieti alla popolazione locale fino a rendere illegali comuni attività quotidiane come cantare o ballare, fumare e giocare a pallone.

Storia reale quella dell’occupazione della città di Timbuktu avvenuta nel 2012 e durata circa un anno in cui tutta la popolazione è stata presa in ostaggio. Nel film vicende realmente accadute si fondono con maestria alla storia principale, quella di Kidane che vive con moglie e figlioletta tra le dune, cercando di tenersi quanto più possibile lontano dai jihadisti. 
Reale la vicenda della lapidazione della coppia colpevole di amarsi senza essere sposata, di grande impatto emotivo..anche se poco o niente se ne è parlato in Occidente.
Interessante la capacità del regista di sottolineare contraddizioni interne alla polizia
armata jihadista. Vengono infatti sorpresi a cedere ai piccoli piaceri che essi stessi vietano: fumano, ballano e parlano di calcio.
I veri protagonisti del film sono l’islamismo da una parte e il fondamentalismo dall’altra.
Film che smuove le coscienze e che dovrebbe aiutare noi Occidentali ad aprire gli occhi.

GUSTO: Per chi ama la storia contemporanea ed è stufo di coprirsi gli occhi.

SCENA CULT: La partita di calcio senza pallone, in quanto pratica ritenuta fuorilegge.

FRASE CULT: “Qui si serve Dio con la testa, non con le armi”

Mia 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sorry, no post found.

7.5

Good