logo-cinegusti

2

5,6

Un boss in salotto

Direttore

Luca Miniero

Stars

Scrittore

Produttore

Durata

1h 30min

Deals
Anno di produzione

2014

Cristina è una madre di famiglia che vive al Nord ma ha origini meridionali. Un giorno viene convocata in questura dove scopre che il fratello Ciro, che non vede da 15 anni, è implicato in un processo di camorra ed ha chiesto di poter trascorrere gli arresti domiciliari a casa sua. La donna accetta, e ben presto la sua vita familiare precisa ed organizzata viene sconvolta dal nuovo arrivato.

In provincia di Bolzano vive una famiglia perfetta la cui quiete verrà scardinata dall’arrivo di un boss latitante, marito della mogliettina perfettina.
Dopo i grandi successi di Benvenuti al Sud e al Nord, Luca Miniero gioca le carte facili della comicità debordante di Rocco Papaleo e della Cortellesi, tentando di cavalcare l’onda dei due film precedenti, con la rappresentazione in maniera grossolana delle differenze tra Nord e Sud. Insomma, un film che non ci regala nient’altro al di fuori delle solite gigionerie di Papaleo. Tutto il resto é noia, pronta a sfociare nel trash (vedere il gatto congelato per credere).
Se questo é ciò che rimane della commedia italiana, stiamo buttando i pochi spiccioli rimasti per la settima arte. E invochiamo urgentemente nuovi generi (vedere le sorprese “diverse” degli ultimi Tornatore, Salvatores e Virzì).

GUSTO: film consigliato a tutti quelli che, assuefatti dalla TV e dai cinepanettoni e simili, hanno perso ogni tipo di gusto. Che tra l’altro, visti i 10 milioni di euro incassati finora dal film, non sono neanche pochi.

SCENA CULT: n/a.

-DOC-

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sorry, no post found.

2

Painful